Piazza San Marco

E’ il cuore della città e può costituire l’inizio di un itinerario che segue il percorso più tradizionale e forse il più noto che il turista compie alla scoperta dei tesori di Venezia.

La piazza è considerata a buon diritto una delle più belle e suggestive del mondo per la stupenda architettura degli edifici che la circondano, la suggestiva posizione sulla laguna, l’atmosfera serena e luminosa che la pervade. Vi si aprono eleganti locali di ritrovo, tra cui i celeberrimi Caffè Florian, settecentesco e il Caffè Quadri, risalente al 1632: erano una volta luogo di convegno di intellettuali, personaggi illustri, artisti.

Si può partire dalla riva del Bacino S. Marco, detta anche molo, poichè anticamente dalla riva si protendeva un pontile su palafitte: da qui si gode la vista del Canale di S. Marco e della prospicente isola di S. Giorgio Maggiore ed una volta si poteva vedere attraccata la nave tipica usata dalla Serenissima nelle grandi cerimonie, il Bucintoro; la riva è dominata dalle due colonne del XII secolo con le statue del leone di S. Marco e di S. Teodoro. Le colonne provengono dall’Oriente e tra di esse si usava erigere il palco per le esecuzioni capitali.

Ai piedi delle colonne si apre la piazzetta di S. Marco delimitata dal Palazzo Ducale e dalla Libreria Marciana.

Piazza S. Marco ha una forma leggermente trapezioidale ed è lunga 186 metri per un’ampiezza di 82; è cinta da palazzi a portici continui sotto ai quali si aprono negozi e famosi caffè, che costituiscono una nota di animazione nella grande piazza. La delimitano la Torre dell’Orologio e le Procuratie Vecchie sul lato nord, le Procuratie Nuove sul lato sud e la grandiosa Basilica di S. Marco che le fa da sfondo.

Le Procuratie Vecchie, sede dei Procuratori di S. Marco ovvero l’alta magistratura della Repubblica, furono iniziate da B. Bon Bergamasco nel 1514 e terminate dal Sansovino nel 1532; vi è stata inoltre aggiunta un’ala detta Nuovissima o Napoleonica nel 1810. E’ un luogo lungo, con un doppio ordine di logge.

Le Procuratie Nuove, occupanti la parte sud della piazza, si accostano allo stile dell’attigua libreria Marciana del Sansovino; iniziate nel 1584 dallo Scamozzi furono terminate nel secolo successivo dal Longhena.

Palazzo Ducale di Venezia

Basilica di San Marco a Venezia

Itinerario: Dalle Mercerie alla Ca’ d’Oro

Itinerario: Da piazza S. Marco verso S. Moisè, l’Accademia, Ca’ Rezzonico, fino alla punta della Dogana