Villa Widmann

Indirizzo: Bagnoli di Sopra, Borletti, Piazza Marconi

Nel 1656 i Widmann acquistarono edifici e terreni di un monastero soppresso e negli anni sessanta vi fecero costruire la villa su progetto di Baldassarre Longhena.

Sulla piazza del paese, probabilmente sortovi intorno, essa si dispone con un fronte lungo e monumentale, dove la parte padronale aggetta tramite una magnifica loggia. Sul retro si stende il giardino del ‘700 di chiaro stile francese, con siepi di carpini potate a creare camere ed esedre, dove le protagoniste sono centosessanta statue, le maggiori di Antonio Bonazza, commissionate da Lodovico Widmann nel 1742.

Fin dall’epoca umanistica il giardino è luogo teatrale ma qui, da sfondo scenografico, diventa teatro popolato da attori della Commedia dell’Arte, anche se non manca qualche personaggio allegorico o mitologico. La villa divenne infatti famosa come sede di attività teatrali alle quali partecipava anche Carlo Goldoni come autore e attore.