Villa Rezzonico

Località: Bassano del Grappa, Riva, via Ca’ Rezzonico

Costruita probabilmente fra Sei e Settecento, di attribuzione incerta (si ipotizza Baldassarre Longhena) segue lo schema della villa-castello, con corpo a due piani e bugnato angolare, ristretto fra quattro torri angolari a tre livelli, avente cornice che prosegue la linea di gronda e semplice portale barocco.

Al centro della villa si trova un salone scenografico, articolato da colonne anulate e archi bugnati, balaustre, stucchi e cornici, sculture, con la Fede dipinta da Antonio Canova, l’Aurora di Antonio Pellegrini, la Notte e la Carità di Busato e al soffitto una grande tela di Giambattista Volpato; infine è presente una ricca collezione di antichità.

Interessanti le barchesse che fronteggiandosi formano un cortile con la villa, opera forse del bassanese Antonio Gaidon: hanno colonne tuscaniche bugnate e binate agli angoli e sotto il frontoncino centrale.