Villa Di Rovero

Località: San Zenone degli Ezzelini, via Bordignon

Il corpo centrale della villa risponde ai canoni classici della casa di campagna veneta – due piani nobili, mezzanino e trifora centrale, senza particolare apparato decorativo – ed è databile alla fine del Cinquecento, o al primo Seicento.

Ai lati si sviluppano due logge simmetriche a sette archi su colonnine, al secondo livello, che si concludono con due torri quadrate che tornano a elevarsi nel mezzanino, formando nell’insieme un armonioso complesso che domina la vallata.

La posizione è particolarmente felice, su una collinetta con vista su altri colli degradanti in verdi vallette. Sul più alto, dietro la villa, resti del castello degli Ezzelini distrutto nel 1260; come sfondo il massiccio del monte Grappa.

Una stretta gradinata scende attraversando una cedrera; sono presenti inoltre un bel parco con chiesetta, giardino, barchessa e colombaia; è possibile ammirare affreschi di scuola veronesiana nel salone principale.