Villa Cornaro o Corner

Località: Piombino Dese, via Roma

Andrea Palladio la progettò negli anni cinquanta del Cinquecento per il patrizio veneziano Giorgio Cornaro, ma la realizzazione proseguì oltre la fine del secolo.

Il modello richiama molto da vicino l’unica altra opera palladiana degli stessi anni, villa Pisani a Montagnana, anche se qui si trovano riunite le condizioni per svilupparlo più liberamente.

Il doppio ordine di logge, corinzio su ionico, si amplia in larghezza divenendo esastilo e avanza aggettando dalle ali laterali, che pure si allungano simmetricamente dal blocco centrale; ancora la loggia si ripete, sempre interna, sul retro, e corrisponde alla sala centrale, di nuovo a quattro colonne con sculture di Camillo Mariani (1593 – 1595) nelle nicchie, ma qui non voltata bensì con soffitto a travi.

E’ anticipata da centroquattro affreschi di Mattia Bortoloni (1717) per Andrea Cornaro, stucchi di Bortolo Cabianca; sono presenti inoltre un ricco giardino con aiole, peschiere, portici, loggiati e spazi rurali.