Ricambio generazionale, internazionalizzazione e nuove tecnologie applicate a una tradizione antichissima. Ecco come la Barovier & Toso – storica azienda vetraria di Murano – è riuscita a far fronte alla crisi che ha colpito in questi anni il distretto.

«Chiudiamo l’anno con un utile del 40% – spiega Luigi Lucchetta, ceo e direttore generale dell’azienda nata nel 1295 nell’isola veneziana – un fatturato in crescita del 2-3% e un Ebitda al 12-13% che il prossimo anno vogliamo portare tra il 15 e il 20%». Come ci sono riusciti? «Partendo dal presupposto che non bisogna mai dare nulla per scontato – risponde Lucchetta –. E quindi investendo costantemente per innovare le tecnologie e le competenze professionali, anche in una realtà come la nostra, che realizza ancora oggi tutto a mano e si fonda su una tradizione centenaria». Perché se le tecniche della lavorazione del vetro sono le medesime di un tempo, cambiano invece le tecnologie da applicare ai prodotti, come ad esempio le fonti Led. Cambiano gli strumenti imprenditoriali per efficientare i processi produttivi, la comunicazione e le strategie commerciali.

Articolo completo: Salgono gli utili di Barovier & Toso

Fonte: Il Sole 24 Ore

Commenta