DISTRETTO TRIVENETO DEL MEI A BELLUNO

belluno_distrettotriveneto_museonazionaleemigrazioneitaliana

Carissimi tutti, è proprio il caso di dirlo: “50 anni e non sentirli!”. Dopo le due giornate dedicate al nostro 50.mo siamo pronti ad affrontare un’importante sfida alla quale non potevamo mancare. Attraverso il TGR Veneto, le testate locali e Radio Rai abbiamo candidato Belluno a ospitare il MEI -Museo dell’emigrazione italiana – allo stato attuale chiuso al pubblico (il materiale è stato trasferito in un magazzino del comune di Genova). L’obiettivo era quello di dare giustizia a un fenomeno migratorio che ha profondamente segnato la storia d’Italia, del Veneto e del bellunese e che continua ad essere presente e, in questi ultimi anni, a crescere. La storia dell’emigrazione italiana non può cadere nell’oblio. Ecco quindi arrivare la risposta del ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, tramite il parlamentare bellunese Roger De Menech: “Il MEI si realizzerà a Genova, ma trovo davvero interessante la proposta dell’Associazione Bellunesi nel Mondo di creare una rete nazionale dedicata a questa tipologia di Museo”. A Belluno si potrebbe realizzare un polo dedicato all’emigrazione del Triveneto. Il nostro obiettivo è quindi quello di presentare un valido progetto al Ministro entro la fine di settembre. Ecco perché abbiamo coinvolto la Regione Veneto, la Provincia di Belluno, il Comune di Belluno, l’Unaie, l’Utrim e la Cave. Inoltre, vogliamo dare voce a tutti voi. Se credete in questo progetto raccogliete il maggior numero di firme e inviatecele via mail, per posta o direttamente presso gli uffici ABM. Consegneremo tutte le firme raccolte a Franceschini. Insieme possiamo fare grandi cose…

E’ possibile scaricare a questo link il modulo di presentazione dell’iniziativa e raccolta firme (formato pdf)

E’ possibile inoltre firmare online sulla piattaforma firmiamo.it

Per maggiori informazioni contattare gli uffici dell’Associazione Bellunesi nel Mondo in via Cavour 3 a Belluno (tel. 0437 941160 – info@bellunesinelmondo.it).

Commenta