Via all’Italian wine channel in Cina con una parte dei 20 milioni della legge di Stabilità e un progetto di una fiera americana promosso da Veronafiere in partnership con un operatore locale. Le novità sono emerse nel corso della manifestazione wine2wine, il forum sul business del vino chiuso ieri a Verona.

Il focus della manifestazione è stato sul grande mercato cinese, il quarto al mondo nel 2016 con importazioni per circa 2,2 miliardi (+18%) e che l’anno prossimo scavalcherà anche la Germania. Tuttavia l’export tricolore, pur essendo balzato del 2.500% nell’ultimo decennio, è solo quinto con il 5% del mercato, contro il 44% della Francia e distante anche da Australia, Cile e Spagna. «Il canale del vino italiano partirà in primavera – ha annunciato Giovanni Mantovani, dg di Veronafiere – in contemporanea con Vinitaly. E in accordo con Mise, Mipaaf, Ice e le associazioni di categoria. Potrebbe aderire anche Simest. Sarà un’azione forte di Sistema».

Articolo completo: Da Ice e Vinitaly un progetto di sistema in Cina

Fonte: Il Sole 24 Ore

Commenta